Partecipa alla Social Collaboration Survey 2013!

Di dati e report sul Social Business ce ne sono molti ed in tutte le salse. Solo guardando agli ultimi post ho parlato di MIT e Deloitte su come fare un salto in avanti in termini di adozione, Dachis Group sulle differenti velocità e necessità del social interno ed esterno, Jane McConnell sull’evoluzione del Digital Workplace.

Tutte queste indicazioni hanno però una caratteristica in comune: non parlano dell’Italia. 

Ad eccezione dell’Osservatorio Enterprise 2.0 curato per alcuni anni dal Politecnico di Milano e (a quanto mi è dato sapere) non più attivo, per il nostro paese non sono ad oggi disponibili rilevazioni accurate, imparziali e sufficientemente ampie sui trend di adozione degli approcci collaborativi all’interno dell’impresa. A questa mancanza vogliamo ora porre rimedio.

Avere a disposizione dati aggiornati sull’Italia consentirebbe ad esempio alle aziende di:

  • Capire a che punto sono rispetto ad una realtà nazionale comparabile
  • Confrontarsi con le singole industry (ad es. pubblico, manufacturing, fashion) e posizione distributive (filiali vs HQ) che hanno pesi e ruoli diversi rispetto agli stessi paesi europei
  • Individuare best practice ed errori da evitare specifici per la nostra cultura e livello di maturità raggiunto
  • Disporre di maggiori indicazioni su realtà piccole o piccolissime meno diffuse ad esempio negli Stati Uniti
  • Indagare allocazione e dimensionamento dei budget, presumibilmente diversi da quelli dei paesi anglofoni
  • Riflettere sulla penetrazione delle tecnologie in un paese dominato dai device mobili

Per raccogliere le informazioni di cui a nostro avviso il mercato ha bisogno, insieme a Stefano Besana ho deciso di preparare e distribuire la Social Collaboration Survey 2013 focalizzata su 4 dimensioni centrali per la diffusione della social collaboration: cultura, organizzazione e processi, tecnologia, misurazione.

Il progetto è totalmente senza fine di lucro e svolto nel nostro tempo libero. I nomi dei partecipanti saranno mantenuti anonimi, mentre gli esiti dell’analisi saranno messi gratuitamente a disposizione della comunità nella speranza di fornire indicazioni utili al lavoro quotidiano di manager e aziende che hanno intrapreso la via della Social Enterprise.

Aldilà del nostro lavoro, il progetto avrà successo solamente se un numero sufficiente di aziende deciderà di attivarsi nel far circolare e compilare la survey. Per questo, oltre ad inserire le tue risposte, ti chiedo di promuovere questo post e soprattutto di incoraggiare altre società a partecipare al sondaggio.

L’indagine rimarrà attiva fino a Settembre ed i risultati pubblicati immediatamente dopo, insieme ad alcune interviste ai referenti aziendali che si saranno resi disponibili.

Ecco di nuovo il link e grazie in anticipo!

facebook-profile-picture

Emanuele Quintarelli

Social media enthusiast and Social Enterprise Leader in EY. Research, reports and reflections about the introduction of web 2.0 inside the enterprise.

You may also like...

5 Pingback/Trackback